SERVIZI OFFERTI

BENESSERE OLISTICO

"Nessuno è nato sotto una cattiva stella;

ci sono semmai uomini che guardano male il cielo"  

(Dalai Lama)

Alcune persone pensano di essere perseguitate dalla cattiva sorte e guardano cio' che accade nelle loro vite con la grigia lente della negativita', lamentandosi continuamente di ciò che non va bene secondo il proprio punto di vista.

Ma la verita' e' che non esistono persone sfortunate!

Esistono solo persone che non sanno riconoscere le loro fortune e volgere a loro favore gli eventi sfavorevoli! …Mi spiego meglio…

Ciò su cui ci concentriamo, aumenta!

   “Se come dice la fisica quantistica tutto è energia, con il nostro pensiero, che è anch’esso energia,  aggiungiamo altra energia a quella già esistente. Ciò significa che diamo energia alle cose su cui ci concentriamo, ci focalizziamo. Ad esempio,…

•          Se ci concentriamo sulle nostre debolezze esse crescono

•          Se ci concentriamo sulla malattia essa aumenta

•          Se ci concentriamo sulla mancanza di denaro, continuiamo ad essere “al verde”

•          Se ci concentriamo sulla nostra incapacità a dimagrire, rallentiamo sempre più il nostro metabolismo

   Ma, quindi, è anche vero che…

•          Se ci focalizziamo sulla prosperità, ringraziando Dio di ciò che già abbiamo, economicamente staremo sempre meglio

•          Se ci focalizziamo sulla salute, la nostra vitalità cresce

•          Se ci focalizziamo sulla pace, i conflitti attorno a noi diminuiranno

   Su che cosa vi concentrate? […]

   Qualunque aspetto assuma la vostra vita in questo momento, concentratevi con coerenza solo sugli avvenimenti positivi; in questo modo li aumenterete! … Anche se state attraversando il periodo più nero della vostra vita, troverete sempre qualcosa di cui gioire!”

(tratto da “Il principio LOL2A”di René Egli – Essere Felici/Macro Edizioni – pagg.123-126)

   In questa ottica, analizzando, studiando, parlando delle malattie e delle loro cause o di qualsiasi altro evento apparentemente avverso si stia vivendo, nella speranza di combatterlo, vincerlo e superarlo, in realtà gli si dà energia, lo si alimenta!

   Quindi, solo se ci focalizziamo sulla salute e sulle emozioni “positive” superiori (gioia, gratitudine, apprezzamento, ecc.) simmetriche a quelle“negative” alla base dei nostri disturbi (rabbia, rancore, preoccupazioni, ecc.), possiamo creare delle nuove matrici psico-emozionali che ripristinano un sufficiente equilibrio psico-fisico!

   Queste emozioni, invece, esprimendosi nei nostri disagi, ne permetteranno gradualmente l’integrazione, l’evoluzione e la trasformazione, dando senso e significato alle precedenti vicende dolorose.

   In primo luogo, si tratta di cogliere il senso dell’esperienza difficile vissuta, forse dolorosamente, e delle emozioni che ha suscitato in noi, e di accettarle così come si sono presentate nel quotidiano.

   Per noi, esse rappresentano un prezioso alleato: esprimono un aspetto del nostro stato d’essere, tenuto in ombra, altrimenti inaccessibile alla nostra mente.  Non solo lo detestiamo e non accettiamo l’idea di poterlo custodire in noi, ma lo giudichiamo e critichiamo pesantemente quando le percepiamo in chi ci sta attorno, prendendone le distanze.

   Solo in un secondo tempo, affiancheremo dei nuovi atteggiamenti mentali e comportamentali a quelli vissuti con disagio. Essi completeranno il nostro bagaglio esperienziale, rimasto monco a causa del passato rifiuto della stessa esperienza e della implicita verità che racchiudeva. Si chiuderà una gestalt rimasta aperta, si porterà a compimento un passato irrisolto.

   In questo modo, non occorrerà indagare il nostro passato alla ricerca degli “errori” comportamentali, dei fattori causali traumatici che ci hanno intimamente segnato, che hanno alimentato le credenze negative alla base delle abitudini non funzionali somatizzate a livello corporeo.

   Anzi, centrandoci sul benessere, sulla vitalità, sulla creatività repressa, sulle qualità inibite, permetteremo loro finalmente di esprimersi, di essere alimentate e di crescere.  Esse diverranno le basi di nuovi circuiti cerebrali, le nuove matrici che rappresenteranno l’uomo nuovo, risvegliato alla vita, responsabile della sua salute psico-fisica e in perfetta armonia!

   Un uomo nuovo che sceglie nella consapevolezza come vivere le esperienze che attira a sé, fautore del proprio destino!

   Esempio emblematico è la nuova visione della medicina olistica che si focalizza sul benessere triplice del corpo, della mente e dell’Anima!

   Mentre la medicina ufficiale, partendo dai presupposti scientifico-accademici, è giustamente orientata verso lo studio e la lotta alle malattie, investendo enormi energie e denaro nella ricerca delle loro cause endogene ed esogene, il nuovo approccio olistico alla salute prospetta un nuovo modo di accostarsi alla vitalità dell’individuo, centrato sul benessere da rivalutare ed alimentare, anziché sul disturbo da debellare.

   Una ricerca di questo tipo non si concentrerà più sui malesseri dell’uomo, ma indagherà gli aspetti positivi di cui si è carenti, su quali stati d’animo vitali difettiamo per il raggiungimento del benessere olistico, vero ed unico fine e motivo alla base dei nostri disagi. Essi, infatti, non risulteranno altro che essere dei tentativi messi in atto dal nostro organismo per evidenziare e compensare la discordanza dal nostro progetto di vita, di quanto ci siamo allontanati dallo scopo e dal senso della nostra esistenza!

“La malattia (psico-fisica) diventa, in questo modo, una guida che ci permette di diventare consapevoli dei modi che abbiamo utilizzato per soffocare e fuggire la sofferenza interiore. Finché non prendiamo coscienza delle nostre fughe, finché ci rifiutiamo di cambiare, la malattia, i sintomi e la sofferenza permangono. Finché non comprendiamo il legame che esiste tra malattia, bisogno di significato e bisogno di amore, la malattia continua a manifestarsi e, se blocchiamo i suoi sintomi, questi si ripropongono nuovamente nella forma di una nuova malattia o nella forma di processi degenerativi ancora più gravi. […]

La nostra missione è quella di convergere verso l’energia della vita, e le scelte che ci consentono di farlo si percepiscono nella voce del cuore. Nel momento in cui accettiamo di intraprendere il cammino evolutivo verso (l’armonia) la nostra vita si riempie di amore e di significato”. (“Il ruolo evolutivo della sofferenza” - Ulisse Di Corpo - Syntropy 2005, 3, pag. 20-50 ISSN 1825-7968).

Questo è lo spirito che anima le nostre attività di promozione sociale fra le quali la…

CONSULENZA  NATUROPATICA  GRATUITA  ON LINE

 Attraverso il Form della pagina "CONTATTACI", riportata a destra, è possibile richiedere un consulto naturopatico gratuito ovunque voi siate!

Basta indicare nome, email e, nello spazio dedicato al messaggio, una sintesi di alcuni vostri dati, essenziali per l'analisi del caso: data di nascita, altezza, peso, gruppo sanguigno e una breve descrizione delle vostre condizioni di salute.

Ovviamente, tali dati non verranno comunicati o condivisi con terze persone, ma utilizzati esclusivamente per le finalità previste  (fornire consigli mirati alla prevenzione sanitaria integrata ed al miglioramento del proprio equilibrio psico-fisico) ai sensi del D.L. 196 del 30/06/2003.

Entro 48 ore riceverete via email in formato pdf l'elaborazione naturopatica gratuita, che prevede dei suggerimenti personalizzati, degli utili approfondimenti, dei cenni di alimentazione eubiotica adatti al vostro caso ed un programma biologico di integrazione alimentare.

*************************************************************

INFORMATIVA SUI COOKIES

Cosa sono i cookie e come li usa questo sito?

La presente informativa illustra in dettaglio come questo sito utilizza i cookie. Se visiti il nostro sito web e le impostazioni del tuo browser accettano i cookie, l'utilizzo dei nostri cookie sarà considerato accettato.

Come funzionano i cookie?

I cookie sono piccoli file inviati e memorizzati nel tuo computer dai siti web che visiti. I cookie sono memorizzati nella directory dei file del tuo browser. La volta successiva in cui visiterai il sito, il tuo browser leggerà il cookie e ritrasmetterà le informazioni al sito web o all'entità che originariamente ha creato il cookie. Per saperne di più su queste tecnologie e su come funzionano, visita, ad esempio, il sito allaboutcookies.org.

Perché questo sito usa i cookie?

Questo sito utilizza i cookie per offrirti un'esperienza più funzionale. Puoi navigare senza interruzioni, ad esempio ricordando la lingua e il Paese selezionati e preservando l'autenticazione alle aree riservate del sito. Li usiamo anche per tracciare la provenienza dei visitatori e di associarla i modo aggregato alla loro registrazione o ai loro ordini a fini statistici. Visualizza le tue opzioni per la gestione dei cookie nel capitolo successivo.

Come posso gestire i cookie?

Puoi esaminare le opzioni disponibili per gestire i cookie nel tuo browser. Il browser può essere usato per gestire cookie relativi a funzioni base e al miglioramento della esperienza di navigazione sul sito. Browser differenti utilizzano modi differenti per disabilitare i cookie, ma si trovano solitamente sotto il menu Strumenti o Opzioni. Puoi anche consultare il menu Aiuto del browser.

Questo sito utilizza cookie gestiti da terze parti per varie finalità, che possono essere ad esempio la profilazione di chi naviga sul sito al fine di proporre pubblicità in modo personalizzato, la registrazione aggregata o meno delle attività di chi visita il sito a fini statistici, etc. Puoi decidere di effettuare l'opt-out da determinati cookie pubblicitari gestiti da terze parti tramite i siti di gestione di cookie di terze parti, nei casi in cui essi lo prevedono. Se cancelli i tuoi cookie dal browser, potresti aver bisogno di ricordarti di reinstallare i cookie per cui hai effettuato l'opt-out. Segue la lista dei siti o soggetti i quali possono gestire dei cookie sul tuo browser mentre navighi su questo sito:

Facebook Inc Google Analytics Interferenza s.r.l. Paypal Pinterest Copyright Agent Twitter Inc 

Disabilitando i cookie, alcune parti di questo sito web potrebbero non funzionare correttamente.

Per quanto tempo conserviamo le informazioni nei tuoi cookies?

Dipende dai tipi di cookie. I cookie della sessione scadono quando chiudi il browser. I cookie persistenti hanno date di scadenza molto lunghe, che possono estendersi fino ad alcuni anni.

 

                   


Sito web gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!